venerdì 6 ottobre 2017

HERMANNSHÖHLE 2014

Oggi sul rieslinGarten sarà protagonista uno dei massimi interpreti mondiali del Riesling: Helmut Donnhoff, dalla Nahe (Germania), con la versione 2014 G.G. di Hermannshohle. Qui un breve approfondimento video sulle vigne aziendali.
2014, dunque, annata dall’andamento climatico altalenante con fioritura precoce - quasi un mese di anticipo rispetto alle medie degli ultimi anni - estate fresca, poi caldo e piogge in vendemmia con conseguente rischio botrytis. Una di quelle situazioni che mettono alla prova le capacità (ed il sistema nervoso) dei produttori, chiamati ad essere perfetti in termini di tempistiche e selezioni in vigna.



Hermannshohle, uno dei più importanti vigneti di tutta la Germania, è posizionato nel comune di Niederhauser su suoli di ardesia grigio-nera con presenza di elementi vulcanici (rocce ignee estrusive, ovvero residui solidificati di lava vulcanica) e in parte minore di porfido e calcare. Esposizione sud ad un altitudine media di circa 150 metri slm.


Hermannshohle G.G. 2014 – Donnhoff
Naso ampio in continua evoluzione, dove spiccano note di frutti tropicali e frutti bianchi freschi quasi balsamici, più che caratteri minerali. Palato molto sfaccettato; ci sono potenza e concentrazione ma anche tensione e profondità sapida. Finale molto lungo e ben contrastato.
Vino importante per ampiezza e complessità, ma al tempo stesso lieve e persino quasi aereo nella sua dinamica gustativa che incede con disarmante, ariosa nonchalance.

domenica 24 settembre 2017

RIESLING VIDEO-SCHULE 31

Torniamo in Rheingau per scoprire una delle aziende più antiche di tutta la Germania: Schloss Vollrads, a Oestrich-Winkel, ma soprattutto per un viaggio didattico molto interessante nei diversi aspetti della vendemmia, con focus sui vari stadi di maturazione delle uve riesling.
In tedesco sottotitolato in inglese, dura circa 21 minuti. Buona visione.


domenica 3 settembre 2017

CALMONT

Il Garten riapre i battenti dopo una pausa estiva ospitando un vino inedito su queste pagine.
Siamo in Mosella (Terrassenmosel, esattamente) nel Bremmer Calmont, un costone lungo due km e protetto sulla sommità (300 metri s.l.m.) da boschi che impediscono l'arrivo delle correnti nordiche più fredde, ma soprattutto la vigna più ripida d'Europa - 65° di pendenza -  che continua a vivere anche grazie a spettacolari terrazzamenti che richiedono costanti interventi di manutenzione e ricostruzione. Viticoltura eroica, insomma.
Qui un video precedentemente pubblicato.


Kilian e Angelina Franzen (marito e moglie) gestiscono l'azienda Franzen, con sede a Bremm e vigne a Bremm e Neef, tra i maggiori interpreti di questo angolo di Mosella dove possiedono 5 ettari di Calmont. Kilian ha ereditato l'azienda dal padre, che tra il 1999 ed il 2002 aveva acquistato, rimesso in piedi e ripiantato 1,5 ettari di Bremmer Calmont per un totale di 112 differenti parcelle che si sono aggiunti alle proprietà aziendali.
Oggi la coppia è proprietaria di 10 ettari vitati (90% riesling, 5% elbling e 5% pinot bianco) per circa 60.000 bottiglie annue prodotte.



Bremmer Calmont kabinett 2015 (vino d'asta) – Franzen
Poco meno di 500 bottiglie per questa selezione d'asta (AP 04 16) del Bernkasteler Ring, battuta all'asta del 2016.


Naso leggermente chiuso-ridotto, lievi note gassose, poi agrumi, pera, sottofondo floreale ed erbaceo. Palato molto beverino e dissetante con decisa presenza di carbonica; residuo zuccherino già contenuto di per sé ed ulteriormente smorzato dalla carbonica. Il risultato, combinato all'acidità, porta ad una sensazione quasi da Halbtrocken.
Profilo elegante e slanciato, arioso, per un vino di grande piacevolezza.

martedì 25 luglio 2017

RIESLING VIDEO-SCHULE 30

L'inverno è lontano? Non nel RieslinGarten, che vi porta direttamente allo scorso 6 gennaio, nella vendemmia 2016/2017 (in etichetta sarà 2016) dell'Eiswein in Hessische Bergstrasse. Si parla di Roter Riesling, dunque non di Riesling propriamente detto, ma gli scenari di questo particolarissimo tipo di vendemmia sono gli stessi.
Dura 2:15 minuti, buona visione.